05 Feb

Per i lettori e le lettrici del blog

L’ultimo post risale a…è vero, vi ho trascurato ma ho preso come suggerimento una nota fatta da un’amica: “Ho provato a leggere il tuo blog ma la pagina ci mette tantissimo a caricarsi”, forse è colpa della fotografia che ho scelto come sfondo, uno scatto fatto da me qualche anno fa che probabilmente è anche molto pesante, e occupa tanta memoria. 

Ho deciso di abbandonare questo blog per un periodo – a rileggerlo cambierei tante cose, cancellerei le banalità e terrei solo alcune frasi e molte descrizioni. La mia “vitaintima” prosegue nella solita casa insieme al mio compagno, ma la mia mente è occupata a leggere altri libri e a correggere un manoscritto steso 2 o 3 anni fa. 

Mentre frequentavo il Master in Scrittura della Luiss grazie a un papà molto attento ai miei desideri (“Ornella guarda, sul Sole24Ore parlano di un Master che è fatto apposta per te. Volevi diventare una scrittrice?“), a un certo punto cominciai a buttare giù un incipit. Ero convinta che avrei mollato quel testo non appena mi fossi annoiata.

Quel testo invece è terminato, è stato corretto 1, 2, 3 volte! Questa è la quarta, per la precisione. E non mi sono ancora annoiata.

Per cui a presto, fac ut valeas!

Aspettare è un'arte che si impara perdendo tempo.

Aspettare è un’arte che si impara perdendo tempo.