28 Dic

Buon anno 2016

Buona fine dell’anno a tutti gli artisti, perché se i lavoratori e gli artigiani sanno sempre fare i loro resoconti in termini economici o di avanzamento di carriera, per gli artisti questo è un periodo di fragilità: l’unica cosa che resta da fare rimane un ringraziamento e un appello all’ispirazione.

(Se gli altri non ci hanno capito quest’anno, ci capiranno l’anno prossimo).

Soprattutto buon 2016!!!

Buon anno nuovo 2016

10 Mag

Anonima scrittori. Primo episodio

Nulla si crea e nulla si distrugge
ma tutto muta, si trasforma…
liberamente trascritto da Eraclito
 
 
ATTO I Sono uno scrittore da quando avevo vent’anni. Mi rifugiavo nello scrivere per evitare di uscire con le ragazze e confrontarmi con gli altri. Adesso ho all’attivo cinque concorsi: ho vinto il premio dei “Racconti scritti sul taxi in corsa”, e nel frattempo insegno a bambini disabili. Certo però il mio sogno l’ho un po’ perso.Sono una scrittrice da sempre, da quando ho iniziato a scrivere, avevo cinque anni. Parallelamente faccio la giornalista ma comunque è lì che voglio sfondare, nella letteratura. Sono arrivata prima al concorso letterario di Facebook con un racconto di duecento battute che s’intitola: “Al mare ti amo”. Parla praticamente del fatto che il mio ex ragazzo lo amavo tanto ma solo quando andavamo al mare in spiaggia a raccontarci le belle cose. Quando stavamo in città o lui mi portava in montagna, non lo amavo più.

Sono scrittrice da poco, diciamo scrittrice analfabeta. Amo molto uno scrittore famoso che si chiama…mmm…De Luigi? O forse De Donato? Insomma ha un “De” nel cognome, poi un nome proprio. Prima di venire a questo corso, mi sono scaricata e letta da internet il corso di scrittura di Pinco Pallino che dà come primo consiglio quello di trovare uno scrittore da imitare per trovare un proprio stile…ecco, io vorrei scegliere De Luigi, se si può, se non è troppo…

Beh, scrittore è dire tanto però mi piace scrivere, comporre versi, narrare, entusiasmare gli altri con le mie riflessioni esistenziali. Ho partecipato a tremila concorsi ma non ne ho vinto uno. Poco importa! Tanto studio Lettere all’università, e in qualche modo la mia strada la troverò. Solo vorrei imparare, da queste due giornate, dove trovare l’ispirazione. A me capita di averla nei momenti più impensabili: quando sono al cesso, quando sto discutendo con la mia ragazza, o quando mi trovo sul bus. In quei momenti è impensabile scrivere. Poi trovo un foglio e una penna, ma ho già dimenticato tutto! Vorrei sapere come fanno, gli scrittori. Scrivono sulla carta igienica?

 
scrittura creativa parodia
 

episodio successivo corso di scrittura parodiaIl secondo episodio