16 Giu

Corso estivo di scrittura creativa a Roma

Corso estivo di scrittura creativa a Roma

Il Palco delle Valli di Roma organizza un corso di scrittura creativa nei mesi di giugno e luglio.

Martedì prossimo 23 giugno alle 19:30 ci sarà la presentazione del corso in via Valsavaranche 87 (a un quarto d’ora a piedi dalla fermata Conca d’Oro, metro B).

Parleremo di ispirazione, di racconti, di stile, di come si crea e si gestisce un blog e di come orientarsi nel mercato editoriale.

(L’insegnante, cioè io, è a sua volta reduce di un lungo corso di scrittura creativa: la Luiss Writing School, un master di due anni).

Per informazioni: telefono 333.9175717 – email info@ilpalcodellevalli.com.

Corso estivo scrittura creativa Roma

12 Giu

Anonima Scrittori. Sesto episodio. La diatriba su Stephen King

– Non ho mai letto Stephen King, la narrativa horror e i gialli non mi interessano per niente –, dichiarò la ragazza di Luca.

– Nemmeno a me – il ragazzo di Lettere e Filosofia.

– Per carità! – la ragazza-Pinocchio, amante di Sartre.

– Per me, questo corso i suoi 100 euro li vale tutti! – disse la ragazza scrittrice semi-analfabeta.

– Se conti che la scuola Holden, quella di Baricco, ti costa 6000 euro l’anno, qui, almeno, sono solo due giorni, e se non riusciamo a fare gli scrittori, abbiamo sempre altri mestieri. Non come quelli che spendono due anni per diventare scrittori, e poi tornano a fare i muratori come prima di iniziare! –.

La ragazza Pinocchio ride smodatamente, fa freddo al paese dei balocchi, il paese dove i sogni perdono consistenza.

La ragazza semi-analfabeta chiude gli occhi per cullare le sue illusioni, il ragazzo di Lettere pensa al suo probabile futuro da insegnante e la ragazza di Luca pensa…a Luca. Presto! Si torna in aula!

blog letterario racconti precedenteAnonima Scrittori, episodio precedente: Lo spettro di Calvino

 

La cinquina del premio Strega 2013 (parodia del corso di scrittura creativa a parte, mi sembra doveroso ricordarla):

premio strega 2013

Le colpe dei padri (Piemme) di Alessandro Perissinotto, 69 voti
Resistere non serve a niente (Rizzoli) di Walter Siti, 66 voti
Figli dello stesso padre (Longanesi) di Romana Petri, 49 voti
Mandami tanta vita (Feltrinelli) di Paolo Di Paolo, 45 voti
Nessuno sa di noi (Giunti) di Simona Sparaco, 36

 

Annotazione. Due donne su cinque! Si arrabbia nessuno se lo faccio notare?

Ringrazio Le pagine strappate.

11 Giu

Anonima Scrittori. Lo spettro di Calvino. Quinto episodio.

Italo Calvino

Il racconto stava continuando ma arrivò l’editor e impose di chiudere immediatamente i racconti.

– Basta così, sono importanti anche la velocità e la capacità di sintesi, quindi consegnatemi tutto! –.

Il primo ragazzo fu preso in giro per la sua scarsa memoria.

– Ah ah ah ah! – rise l’editor, noncurante del fatto che il ragazzo ci stava rimanendo molto male. La seconda fu ricoperta di domande impertinenti:

– Ma con questo Luca come vanno le cose? –.

La terza fu l’unica a essere elogiata:

– Tu hai colto lo spirito di questa cosa. Bisogna provocare, esasperare, è quello il trucco; perché non hai continuato? –

– Perché non c’era tempo –, rispose la timida ragazza-Pinocchio.

– Va bene, facciamo una pausa –, propose l’insegnante.

Tutti uscirono di corsa, uno per fumare, l’altra per andare in bagno, un’altra per fare una telefonata. L’aula rimase vuota, con i dubbi delle mura. E lo spettro di Calvino che si aggirava insoddisfatto.

– Come vi sembra questo corso, ragazzi? – chiese lo “smemorato” al resto del gruppo.

– Bello, parecchio bello – , rispose la ragazza che non si ricordava il nome di Erri De Luca, o di Andrea De Carlo.

– Mah…io ho ancora qualche dubbio – insinuò la ragazza-Pinocchio.

– Anch’io –  disse quello di Lettere e filosofia –  Soprattutto perché l’insegnante/editor legge Stephen King! –

– Sì? Non lo sapevo! –

– Sì, prima di cominciare la lezione me l’ha detto, ero arrivato un po’ prima di voi, stamattina, e gli ho chiesto: “Lei chi consiglia come scrittore di oggi? Qual è, secondo lei, l’esempio di un bravo scrittore?”. E lui ha risposto che Stephen King riesce ad accalappiare l’attenzione di tutti i lettori, quindi è uno scrittore “riuscito” –

– Ah beh, allora se gli avessi detto che La nausea di Sartre è il mio libro preferito, mi avrebbe risposto che non ci capisco niente? –

– Può darsi –  rispose il ragazzo astuto, quello che studiava Lettere.

blog letterario racconti precedente

Gli esercizi degli allievi del corso di scrittura distruttiva. Puntata precedente. Anonima Scrittori.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=VdXtPmixglc]

10 Mag

Cambio! Parodia di un corso di scrittura creativa

Dopo attenta valutazione, arrivata grazie a una sessione di yoga autogestita, mi sono detta: “Perché vincolarsi alle terzine? Non ho scritto solo questo”. Allora ho pensato di ritornare ai miei racconti sulla convivenza (che ora è diventata fidanzamento…sì, vado al rovescio, lo so).

C’è tra le mie carte un racconto lungo che è la parodia di un corso di scrittura creativa. Io lo proporrei. Lo troverete a puntate, al posto delle terzine.

Magari alterno le due cose? Un giorno questo e un giorno quello? Che ve ne sembra? Vi eravate affezionati alla cronaca di una convivenza?

Chi ha qualcosa da direcommenti ora, o taccia per sempre.

Ornella Spagnulo

ornella spagnulo